fbpx
Richiedi un preventivo
Il Blog di SEO Cube

Rimani informato sulle ultime novità che ti aiuteranno a realizzare un eccellente sito web lato SEO!

30 Agosto 2013

Keyword stuffing e testo nascosto: cosa fare se si è vittime di azioni manuali

Abbiamo parlato di recente delle “Azioni manuali” inserite nel webmaster Tool, ovvero messaggi che ci segnalano eventuali penalizzazioni sul nostro sito avvenute a seguito di controlli manuali da parte del team antispam di google. Come anticipato nel precedente articolo i messaggi possono essere di varia natura, a seconda del tipo di “irregolarità” riscontrata.

Tra questi messaggi potrebbe capitare di riceverne uno per la presenza di keyword stuffing o testo nascosto all’interno di un sito, vediamo dunque cosa vuol dire e come affrontare la situazione.
Quando parliamo di testo nascosto o keyword stuffing si tende a pensare a vecchi metodi “black hat” che includevano decine e decine di righe presenti nel footer e scritte con un testo dello stesso colore del background, in realtà oggi per testo nascosto s’intende semplicemente inserire un testo qualsiasi in una pagina web, visibile solo dai motori di ricerca e non dagli utenti. Al giorno d’oggi i metodi per far ciò si sono piuttosto evoluti, difatti è più comune nascondere del testo utilizzando il CSS oppure mettendolo dietro un elemento già presente sulla pagina.
Matt Cutts a riguardo ci ha tenuto a specificare che usare elementi in Javascript per creare menu a comparsa o altri elementi che mostrano testi aggiuntivi agli utenti va bene, a patto che questi mezzi non vengano utilizzati per fare keyword stuffing.
Classici esempi di keyword stuffing sono quei testi che spesso vengono creati automaticamente da programmi che prendono articoli già presenti nel web e li “spinnano” per crearne uno che sembra apparentemente originale ma che in realtà hanno poco senso.
Basta poco per far si che un testo contenga keyword stuffing, perciò per esser sicuri di non sbagliare basterà leggere ad alta voce ciò che abbiamo scritto e vedere se questo suona innaturale o meno.

Veniamo ora al punto, se riceviamo un messaggio per keyword stuffing o testo nascosto nel nostro webmaster tool, come dobbiamo comportarci?

La risposta è piuttosto ovvia:”Rimuovere la causa dal sito”. Sebbene queste “forzature” siano molto meno frequenti rispetto al passato, è pur vero che alcuni webmaster le usano ancora, quindi la prima cosa da fare è controllare il codice del sito è individuare il problema.
Matt Cutts ci tiene a precisare che qualche volta il problema deriva da uno ancora più grosso, ovvero l’hackeraggio di un sito. Keyword stuffing e testo nascosto infatti sono molto comuni nei siti wordpress, dunque se il nostro sito si basa su questa piattaforma, la prima cosa da fare dopo aver ricevuto il messaggio è di controllare se siamo stati colpiti da un attacco hacker e nel caso risolvere il problema.
Una volta rimossa qualsiasi cosa riteniamo possa aver causa la penalizzazione sarà necessario inviare un documento dettagliato a google nel quale descriviamo “la pulizia effettuata”, cosa abbiamo trovato nel sito e come abbiamo risolto, con la data in cui tutto ciò è stato fatto.  Infine, come suggerisce lo stesso Cutts, bisogna aggiungere i motivi dell’accaduto e perché pensiamo che ciò non si verificherà nuovamente.

Qui di seguito vi riporto il video originale di Matt Cutts:

Richiedi un preventivo
X

Vuoi rendere più performante il tuo sito? Cerchi il supporto giusto per posizionare meglio le tue pagine su Google? Hai bisogno di una consulenza SEO?

Entra in contatto con noi e richiedi un preventivo gratuito: studieremo insieme la strategia più adatta alle tue esigenze e alle caratteristiche del tuo sito.

Compila il modulo se vuoi essere ricontattato dal nostro staff aziendale o utilizza gli altri canali per conoscere tutte le soluzioni che proponiamo per il tuo business, per avere informazioni più precise e per iniziare una collaborazione con SEO Cube.

I nostri recapiti
Via dell'Epomeo, 463 - 80126 Napoli - Tel. 081 588 11 68 / Fax 081 194 66 412

    Dati personali
    Inserire il Nome
    Inserire il Cognome
    Inserire il Numero di telefono
    Inserire un indirizzo email corretto
    Tipo di richiesta
    Messaggio