L’importanza dei Segnali Sociali per Author Rank

Con l’avvento di Penguin 2.0 dello Scorso Maggio 2013, cambia ancora la “search engine optimization”. In pratica, non basterà più la semplice link building, come campagna per il posizionamento organico dei siti sui motori di ricerca, ma sarà necessario affiancare un’attività di generazione di segnali sociali e curare con attenzione fattori come l’Author Rank di cui vi parlerò in seguito.

I segnali sociali vengono generati quando un utente condivide i contenuti delle nostre pagine web nei diversi social network come Facebook, Twitter ma anche forum e siti di discussione. La condivisione dei nostri contenuti viene rilevata dallo spider di Google che interpreta i link dai social (“social signals”), ossia degli indicatori che garantiscono la genuinità dei contenuti e l’interesse che le persone hanno verso il nostro sito web .
Google in questo modo comprenderà in maniera molto più agevole se un sito web, avrà acquisito link e riferimenti in modo naturale o meno.

Quindi non basterà più il classico Page Rank (basato sulla quantità e qualità di link in entrata e in uscita) , ma sarà necessario anche dimostrare a Google che i link in entrata siano realmente proporzionati alla “fama” che il sito ha attualmente sui social network. Se nessuno parla di te, è anomalo che tu ottenga dei link. Se invece sui social o su altri blog, il tuo sito web ottiene consensi, ne gioverà ovviamente la tua autorità come autore e quindi accrescerà il tuo “author rank” agli occhi di Google. Tutte le attività di linking svolte da un autore autorevole hanno decisamente molto più peso di quelle svolte da autori anonimi e con pochi follower.
Cosa fa aumentare l’author rank:

  • Segnali sociali
  • Shares
  • Influenza degli altri autori (autorevoli), attraverso la condivisione
  • Shares sempre da profili diversi
  • Continuità delle condivisioni del contenuto
  • Commenti
  • Engagement
  • Autorità dell’autore per la nicchia di riferimento

La qualità e quindi l’autorevolezza dell’autore determinano la sua forza nell’ influenzare positivamente la valutazione nei risultati di ricerca.
Google sfrutta i segnali sociali in quanto li ritiene frutto del “mondo reale” ossia degli indicatori altamente affidabili di quanto qualcosa o qualcuno sia realmente famoso sul web e nella realtà.

Di conseguenza bisognerà attraverso una campagna di Social Media Marketing, essere presenti nei social, ascoltare i propri utenti e partecipare alle conversazioni, in modo da renderle quanto più reali possibili e permettere ad un alto PageRank e ad una alto AuthorRank di integrarsi e interagire nel miglior modo, ai fini del posizionamento sui motori di ricerca.

Lascia un commento

Affidaci i tuoi progetti, noi sappiamo come realizzarli!

Richiedi un preventivo

top